Blog

Dal nostro blog

MONUMENTO AI CADUTI

Il Monumento ai Caduti è situato ad Andria in Piazza IV Novembre, in prossimità dell’ospedale “Lorenzo Bonomo”. La piazza che ospita il monumento ha assunto questa denominazione nel 1968, in ricordo dei cinquant’anni dalla fine e dalla vittoria della Prima Guerra Mondiale nel 1918. Il nome originario era “Piazza della Rimembranza” e al suo interno furono piantati 800 alberi in ricordo degli 800 caduti andriesi durante il primo conflitto mondiale.

Caratteristiche del Monumento ai Caduti

Progettato dall’ing. Riccardo Ceci, il Monumento ai Caduti fu costruito ed inaugurato nel 1930, ai tempi del podestà Pasquale Cafaro. In origine il monumento culminava con una statua in bronzo raffigurante la “Vittoria alata”. La statua venne fusa durante la Seconda Guerra Mondiale per contribuire alla fabbricazione di armi per il conflitto.  Il 2 giugno del 2011, dopo quasi 80 anni, la copia esatta dell’originaria statua della Vittoria alata è stata ricostruita e ricollocata dall’amministrazione comunale alla sommità dell’edificio.

Il monumento presenta la tipica struttura dell’arco di trionfo romano. È caratterizzato da 4 massicce colonne con capitelli, coronate da sculture di fanti con l’elmetto. Sulla sommità del Monumento spicca la scritta incisa nel bianco marmo “Di tutti un solo nome Italia per tutti un segno solo gloria”. Sotto tale incisione vi è lo stemma cittadino.

Il monumento ricorda tutti i figli della città di Andria caduti nei conflitti avvenuti durante il XX Secolo. I loro nomi sono riportati sia all’interno che all’esterno del monumento. All’interno, lateralmente, sono raggruppati in sei colonne e in ordine alfabetico i nomi dei caduti della Prima Guerra Mondiale. Quattro lastre marmoree poste in alto riportano i nomi dei caduti andriesi della Guerra Abissinica, Libica, in Africa Orientale e in Spagna. Una lastra centrale commemora le vittime del primo conflitto mondiale. Sulle pareti laterali esterne sono riportati in ordine alfabetico i nomi dei caduti nella Seconda Guerra Mondiale: a destra dalla A alla L; a sinistra dalla M alla Z.